• Rainer von Niederhäusern

Il Principio del fuoco III. (Pitta)

Il Pfooze Fuco e la nostra digestione


Alcuni di noi sono in grado di digerire e assimilare tutto ciò che mangiano. Stiamo parlando di un fuoco digestivo sano.


Non tutto quello che mangiamo è benefico per il nostro sistema digestivo e possiamo sempre più spesso sperimentare stanchezza ed esaurimento (del sistema digestivo).

Nel corso successivo compaiono sintomi come stitichezza, diarrea, malessere diffuso, bruciori di stomaco, ulcere gastriche, eruttazioni, sindrome del colon irritabile, appendicite, calcoli biliari, malattie del fegato, della milza e del pancreas, diabete, ecc.

Il cibo non sufficientemente bruciato e assimilato porta a depositi, obesità, immobilità, pigrizia, malattie cardiache e circolatorie.


Paracelso chiama "Archeus" lo spirito vitale che trasforma il cibo in forza vitale individuale.

Egli fa del cibo, dopo che lo abbiamo mangiato, ciò che è già, cioè carne e sangue. Perché in questo noi consistiamo. *Paracelso.


L'Archeus è l'alchimista interiore che separa il veleno del cibo dall'essenza della vita.

Per l'imperfetto (il nostro cibo) che dobbiamo usare a nostro danno (tutto il cibo è anche veleno), ci ha dato un alchimista, affinché non consumiamo come veleno il veleno che prendiamo con il bene, ma lo separiamo dal bene. (...) Questo è un artista così grande che separa le due cose. Mette il veleno in un sacco e dà il bene al corpo. (...) Egli trasforma il bene in una tintura, che dà al corpo perché viva. Questo alchimista ha la sua sede nello stomaco, che è il suo strumento, dove cucina e lavora. (Paracelso I/24ff)

L'alchimia, chiamata anche l'arte della separazione, separa il fine o essenziale dal grossolano o materiale e lo rende perfetto. Per fare questo, bisogna prima dissolvere la forma fisica, come fa l'alchimista nello stomaco, trasformando il cibo in una polpa alimentare e facendolo fermentare. Questo porta alla trasformazione della materia, e l'essenza può staccarsi dal lordo. (Paracelso medicina at-verlag p.46)


In senso figurato, i sintomi fisici possono essere legati a situazioni di vita difficili da digerire. Che non "vanno giù" facilmente. Che sono difficili da accettare o che non sono affatto in armonia con la "sensazione viscerale" e i principi individuali della vita.


La voglia di vivere, l'agilità e la creatività svaniscono gradualmente.


È altamente raccomandato per mantenere gli organi digestivi in buono stato.


L'Ayurveda, così come Paracelso e molti altri medici di tutte le epoche prescrivono piante amare per questi sintomi. Le piante amare hanno la proprietà di aumentare il fuoco digestivo.

Se un fuoco fuma a causa di combustibili umidi o difficilmente infiammabili, si aggiunge l'accelerante del fuoco.


Il nostro Pfooze Drink Fire contiene le antiche e tradizionali erbe amare dell'Ayurveda e come usate da Paracelso. Radice di genziana, radice di dente di leone, radice di angelica e bacche di ginepro sono un must per ogni "amaro".

Queste 4 piante sono anche chiamate piante protettive. Protezione da contaminazioni sottili energie e anche attraverso un'alimentazione poco attenta.


Pfooze Fuoco, aumenta il fuoco digestivo e la protezione.



Tradotto con www.DeepL.com/Translator (versione gratuita)

Post correlati

Mostra tutti

Pfooze Fire- Kick Ass Jazz La sede del chakra del fuoco è il centro dell'ombelico. La connessione del chakra del fuoco con il nutrimento è evidente. Il feto è nutrito attraverso il cordone ombelicale.

Pfooze Fire- Kick Ass Jazz Attraverso il cordone ombelicale, il feto è nutrito in modo naturale. Le sostanze vitali sono disponibili senza interruzione durante la gravidanza. Così il nostro corpo sale

Il primo spazio per il nostro corpo è l'utero. Dopo che un ovulo e uno spermatozoo si sono uniti, c'è una grande attività e lo spazio vuoto è rapidamente occupato dal nuovo embrione. In primo luogo, s